Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito web utilizza cookie tecnici per fornire una migliore esperienza di navigazione e la funzionalità di alcuni servizi del sito. Continuando la navigazione, o cliccando sul pulsante OK, acconsenti al loro utilizzo in conformità alla nostra Privacy Policy. Il consenso può essere revocato in qualsiasi momento Clicca Qui.

Proposta di percorso

25 Aprile Festa della Liberazione

 

Soggetti coinvolti:

insegnanti, esperto esterno, E. Strabla, bambini e bambine di 5 ANNI SCUOLA INFANZIA.

Contenuti:

educazione alla pace, all’uguaglianza, al rispetto delle diversità e al valore dell'amicizia.

Competenze:
  • Orientarsi nelle prime generalizzazioni di passato, presente, futuro e muoversi con crescente sicurezza e autonomia negli spazi che gli sono familiari;
  • Porre domande su ciò che è bene o male, sulla giustizia, e raggiungere una prima consapevolezza delle regole del vivere insieme.
Obiettivi:
  • Inizia a sviluppare il senso di cittadinanza mediante la conoscenza e la trasmissione delle tradizioni e delle memorie nazionali.
  • Inizia a ricordare alcune date del calendario civile, avviando la costruzione della memoria storica.
  • Diventa sensibile alla storia del proprio paese e della propria città e vive, attraverso la sua conoscenza, i luoghi che abita.
Attività/fasi/tempi
  • Introduzione della Festa della Liberazione guardando il testo e i disegni del libro “Bella Ciao” e “Giovanna e i suoi re” di Lia Levi.
  • Utilizzo della tecnica del Circle Time per confrontarsi sulla tematica della libertà e dell’idea che i bambini hanno della parola “libertà”
  • Domanda stimolo sulla “libertà” (all.1)
  • Lettura della poesia”La bandiera italiana” di Rosalba Corallo (all.2)
  • Coloritura, da parte di ogni bambino, di un cartoncino con i tre colori della bandiera italiana sul cui retro l’insegnante riporta il pensiero del bambino sulla “libertà”.
  • Visita al “monumento della Resistenza”
  • Testimonianza orale da parte di Enrico Strabla (su cosa? Di quali temi ha parlato?)
  • Affissione del proprio cartoncino sul “monumento della Resistenza”.
  • Attività grafico -pittorica sul luogo
  • Verbalizzazione in sezione dell’esperienza vissuta

Sono stati necessari: N°1 incontro di circa 1 ora, n° 1 uscita a piedi di una mattinata

Risorse:

Libri, testimonianza orale

Verifica del progetto/restituzione:

verbalizzazione, rappresentazione grafica dell'uscita.

Insegnate: Cosa vuol dire essere liberi? Cos'è per voi la libertà?
Gruppo del disco giallo e disco verde

La libertà è …

Renata: che i miei nonni sono vivi.

Andrea: quando si sta bene.

Angelica: si liberano tutti gli uomini.

Cheikh: è il vangelo dell’Italia.

Federico: è quella di essere liberi.

Christian: star bene.

Dina: non è la guerra.

Mashud: è essere liberi.

Tommaso: è una cosa bella

Edoardo: è essere liberi con la natura.

Vanessa: è star bene.

Mia: è essere protetti.

Gruppo del disco rossi e disco blu

La libertà è …

Nathan: è una cosa che libera tutto.

Chiara: è essere liberi.

Angela: …

Nicolò: è essere liberi.

Sofia: che sei felice.

Sara: che sei felice.

Ilias: essere liberi.

Nicola: è libero di fare quello che ha voglia.

Alessia: volersi bene.

Carolina: essere liberi.

Giulia: è stare liberi.

Lina: essere liberi.

Ma perché c’è tanta gente?

Che succede di speciale?

Tutti hanno una bandiera

oggi è festa nazionale!

Voglio anch’io una bandierina,

la disegno e la ritaglio…

poi mi servono i colori,

prima il verde...se non sbaglio!

Lascio il centro tutto bianco

e a destra, metto il rosso.

Ho finito e adesso vogliono

sventolarla a più non posso!

Rosalba Corallo